Statuto

 

Siole Pien-e” ASSOCIAZIONE RICREATIVA - CULTURALE

 

 

STATUTO SOCIALE

 

Art. 1 - Denominazione e sedeEcostituita, con riferimento allart. 18 della Costituzione Italiana, agli art. 36, 37 e 38 del Codice Civile, secondo i disposti del D. Lgs. 460/1997, della L. 383/2000 s.m.i., compreso quanto disposto dallart. 90 L. 289/2002, della Legge 21/05/2004 n. 128, art. 4 comma 6 bis e del D. Lgs. 28/05/2004 n. 136, lAssociazione ricreativa e culturale di promozione e sviluppo sociale denominataSiole pien-e: con sede in ALMESE (TO) Frazione Rivera (Via Tetti San Mauro 1)

Art. 2 - Scopi ed oggetto sociale

L’Associazione non persegue finalità di lucro e si propone di:

  • sviluppare, promuovere, coordinare iniziative per rispondere ai bisogni di attività culturali, e ricreative di uomini e donne di ogni età, condizione sociale e nazionalità.

  • nasce come unione spontanea di persone che si propongono di promuovere la crescita umana e sociale dei propri soci attraverso l’organizzazione di percorsi ed iniziative culturali, ricreative, educative e formative comprese attività didattiche per l’avvio e il perfezionamento culturale;

  • concorrere alla salvaguardia e allo sviluppo della funzione educativa, popolare, sociale e culturale ispirandosi ai principi di democrazia e di pari opportunità, improntando le proprie attività alla lealtà e all’osservanza delle leggi a carattere nazionale e regionale sull’associazionismo, collaborando con altre esperienze consimili, forze sociali ed istituzioni per migliorare le leggi, le normative e gli interventi pubblici in codesta materia;

  • raccordarsi con le strutture di base del proprio territorio affiliate agli Enti di Promozione o/e alle Federazioni Nazionali ai quali intende aderire;

  • favorire lo svolgersi della vita associativa in un ambiente di sereno incontro per reciproci scambi di idee, conoscenze ed esperienze;

  • OMISSIS

  • nell’ambito e per il miglior perseguimento delle proprie finalità, l’Associazione potrà gestire direttamente o dare in gerenza attività di somministrazione di alimenti e bevande o altre attività commerciali connesse alla gestione diretta locali OMISSIS

  • l’Associazione è un organismo di promozione sociale e di cultura del tempo libero rientrante nella fascia di agevolazioni fiscali e tributarie previste a favore delle Associazioni assistenziali, culturali e sportive dilettantistiche, dalle normative di legge vigenti.

Per il raggiungimento degli scopi sociali, l’Associazione potrà:

  • svolgere iniziative di promozione sportiva, culturale, turistica e ricreativa;

  • promuovere ed organizzare manifestazioni, mostre e rassegne con lobiettivo di valorizzare lartigianato locale, nonché la promozione di altri prodotti agro-alimentari.

  • organizzare tornei, corsi, stage, gare sportive ed iniziative di “sport per tutti e per ciascuno” per i Soci, Iscritti, Associati e/o Partecipanti;

  • organizzare gite, viaggi, soggiorni, vacanze per Soci, Iscritti, Associati e/o Partecipanti;

  • organizzare incontri, ritrovi, serate musicali e feste fra i Soci, Associati e/o Partecipanti;

  • condurre e gestire impianti turistici e ricreativi, compresa la somministrazione all’interno di questi di alimenti e bevande ai Soci, Iscritti, Associati e/o Partecipanti.

L’Associazione è caratterizzata dalla democraticità della struttura, dall’elettività e gratuità delle cariche sociali e dall’obbligatorietà del rendiconto economico-finanziario da approvarsi da parte dell’Assemblea annuale dei Soci.

L’Associazione esplicitamente accetta ed osserva lo Statuto ed il Regolamento dell’ Ente Morale a cui intende aderire in base alla specifica attività svolta dall’Associazione stessa, nell’ambito dei propri fini istituzionali evidenziati dal presente Statuto.

Art. 3 Soci

LAssociazione riconosce la qualità di Socio a tutti i cittadini che partecipano alla vita associativa, ne accettano lo Statuto Sociale portando con continuità il loro contributo associativo, culturale ed economico; non sono ammessi tuttavia soci temporanei.

Tutti i Soci hanno poteri e responsabilità sociali, che potranno essere meglio precisati in eventuale apposito regolamento, costituiscono le Assemblee Ordinarie e Straordinarie dell’Associazione e godono dell’elettorato attivo e passivo. Tutti i Soci, che abbiano raggiunto la maggiore età, esercitano il diritto di voto.

I Soci eleggono gli Organi Direttivi dell’Associazione, approvano e modificano Statuto e Regolamenti, approvano il rendiconto economico e finanziario annuale.

I Soci, in numero indeterminato, si suddividono in:

SOCI ORDINARISono i Soci che costituiscono lAssociazione, ne condividono le finalità e sono in regola con il versamento delle quote associative annuali.

SOCI ONORARI LAssemblea dei Soci può conferire la qualifica di Socio Onorario a persone particolarmente benemerite nei confronti della cultura e del folclore, nonché ad insigni personalità che, per posizione sociale o culturale, possano onorare ed elevare con la loro presenza il prestigio dellAssociazione stessa.

Tutti i soci possono rinnovare ogni anno la loro iscrizione senza alcun vincolo e, all’atto, sono tenuti al pagamento della quota associativa nella misura e secondo le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo o di eventuali quote contributive mensili od altre periodicità in relazione all’attività dell’Associazione.

Art. 4 - Partecipanti

Sono i soggetti di cui all’art. 111, comma 3, del Testo Unico delle Imposte sui Redditi. Essi prestano la loro opera per la realizzazione di iniziative atte al raggiungimento dei fini istituzionali o utilizzano le strutture ed i servizi del Sodalizio. Sono gli iscritti, gli associati ed i tesserati di altre Associazioni che svolgono la medesima attività o perseguono gli stessi fini istituzionali evidenziati nel presente Statuto e che, per Legge, Regolamento, Statuto aderiscono o risultano essere affiliate ad una stessa Organizzazione locale o nazionale.

Art. 5 – Domanda di Ammissione

Per ottenere l’ammissione all’Associazione occorre:

  1. presentare domanda di ammissione scritta al Consiglio Direttivo dellAssociazione, il quale, entro 15 giorni, deve esprimere il proprio parere in merito;

  2. accettare le norme del presente Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali;

  3. versare la quota associativa.

Le domande di ammissione a Socio presentate da minorenni dovranno essere controfirmate dall’esercente la potestà parentale.

Nel caso in cui la domanda venga respinta, l’interessato potrà presentare ricorso sul quale si pronuncerà in via definitiva l’Assemblea ordinaria nella sua prima convocazione.

Art. 6 Diritti e Doveri dei Soci

I soci hanno diritto a frequentare i locali dell’Associazione secondo le modalità stabilite in apposito Regolamento, a partecipare a tutte le manifestazioni indette dalla stessa nonché di usufruire dei vantaggi e dei servizi dell’Associazione.

Sono eleggibili alle cariche sociali coloro che:

  • hanno un’anzianità di iscrizione di almeno sei mesi;

  • non abbiano avuto condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori ad un anno, ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici per un periodo superiore ad un anno;

  • non abbiano riportato nell’ultimo decennio, salvo riabilitazione, squalifiche od inibizioni complessivamente superiori ad un anno;.

Alle cariche sociali che comportano responsabilità civili o verso terzi, sono eleggibili i soci che hanno raggiunto la maggiore età, in regola con il pagamento della tessera sociale e di eventuali quote contributive mensili od altre periodicità in relazione all’attività dell’associazione sportiva; la tessera sociale e le quote versate non sono trasmissibili né rivalutabili.

I Soci sono tenuti all’osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali, comprese eventuali integrazioni della cassa sociale attraverso versamenti di quote straordinarie, hanno il dovere di difendere nel campo sportivo ed in quello civile il buon nome dell’Associazione e di osservare le regole dettate dall’ Ente di Promozione Sportiva e/o dalle Federazioni alle quali l’Associazione aderisce o è affiliata.

Art. 7 - Decadenza dei Soci

I Soci cessano di appartenere all’Associazione:

  1. per dimissioni volontarie fatte pervenire in forma scritta al Consiglio Direttivo;

  2. per morosità nel pagamento delle quote sociali senza giustificato motivo;

  3. per radiazione, deliberata dal Consiglio Direttivo, pronunciata contro il Socio che commetta azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell’Associazione o che, con la sua condotta, costituisca ostacolo al buon andamento del Sodalizio.

A carico dei Soci possono essere adottati i provvedimenti di ammonizione e sospensione, valutata la gravità dei comportamenti tenuti e dopo aver contestato all’Associato, per iscritto, i fatti che giustificano il provvedimento. L’Associato ha diritto di presentare le proprie difese entro e non oltre il termine di cinque giorni dalla data di ricevimento delle contestazioni o, comunque, entro i termini previsti dalle normative vigenti.

Contro l’espulsione o la radiazione i soci possono ricorrere, in prima istanza, all’Assemblea dei Soci e, in seconda istanza, agli Organi di giustizia dell’ Ente di Promozione Sportiva e/o delle Federazioni sportive nazionali a cui l’Associazione è affiliata.

I soci si impegnano a non ricorrere ad altre forme di giudizio all’infuori di quelle previste dal presente Statuto.

Art. 8 - Organi dellAssociazione

Gli organi Sociali sono:

  1. l’Assemblea dei soci;

  2. il Consiglio Direttivo;

  3. il Presidente.

Le cariche elettive sono a titolo gratuito e volontario.

Art. 9 - LAssemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci è l’organo sovrano dell’Associazione.

Essa regola la vita associativa ed è convocata in sessioni ordinarie e straordinarie.

Art. 10 - Diritti di Partecipazione

Possono prendere parte alle Assemblee Ordinarie e Straordinarie dellAssociazione i soli Soci che siano in regola con il versamento delle quote associative e che non abbiano in corso sanzioni disciplinari.

Ogni socio ha diritto ad esercitare un solo voto e non può farsi rappresentare mediante delega da un altro associato.

Non è ammesso il voto per corrispondenza o altro mezzo equipollente.

Art. 11 – Compiti dell’Assemblea

L’Assemblea:

  1. elegge il Presidente e, su sua proposta, determina la composizione Consiglio Direttivo e ne elegge i componenti;

  2. delibera, nei limiti dello Statuto Sociale, gli indirizzi programmatici e la gestione dell’Associazione;

  3. approva, annualmente, il conto economico preventivo ed il rendiconto economico e finanziario consuntivo secondo quanto disposto dalle leggi vigenti in materia;

  4. delibera la sostituzione dei membri del Consiglio Direttivo, che rendessero vacante la carica per dimissioni, decadenza o morte, a maggioranza relativa degli aventi diritto di voto;

  5. in caso di Congresso Provinciale dell’ Ente di Promozione cui aderisce, elegge i delegati secondo le norme stabilite dall’apposito Regolamento;

  6. delibera, in via straordinaria, sulle modifiche dello Statuto ed approva eventuali Regolamenti.

Art. 12 – Convocazione

La convocazione dell’Assemblea, oltre che dal Consiglio Direttivo, a seguito di propria deliberazione, potrà essere richiesta dalla metà più uno dei Soci, che potranno proporre l’ordine del giorno. In tal caso la stessa dovrà essere convocata entro trenta giorni dal ricevimento della richiesta.

La convocazione dell’Assemblea in sessione Ordinaria e Straordinaria avviene a mezzo avvisi affissi presso la Sede Sociale o di attività, con un preavviso minimo non inferiore a dieci giorni.

La convocazione deve indicare la data e il luogo della riunione, l’ora della prima e della seconda convocazione, distanziate di almeno un’ora, gli argomenti all’ordine del giorno ed il programma dei lavori.

Le delibere dell’Assemblea devono essere portate a conoscenza dei soci con le medesime modalità previste per la sua convocazione.

Il rendiconto dell’Associazione, da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea, deve rimanere depositato presso la sede dell’Associazione nei dieci giorni che precedono l’Assemblea per la sua approvazione, a disposizione di tutti coloro che abbiano motivato interesse alla sua lettura. Il rendiconto deve riassumere in modo fedele e veritiero la situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell’Associazione.

L’Assemblea dell’Associazione sportiva, alla scadenza del mandato e nei casi di dimissioni, decadenza o impedimento del Presidente, è convocata con all’ordine del giorno:

  • elezione del Presidente;

  • determinazione della composizione del Consiglio Direttivo in base alle specifiche caratteristiche dell’Associazione, tenendo presente che ne fanno parte di diritto un rappresentante dei partecipanti alle attività;

  • elezione, su proposta del Presidente, di uno o più Vice Presidenti e degli altri componenti del Consiglio Direttivo tenendo conto che devono essere comunque attribuite le responsabilità dell’organizzazione e dell’amministrazione.

Art. 13 – Validità Assembleare

L’Assemblea Ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

L’Assemblea Straordinaria è validamente costituita in prima convocazione quando siano presenti almeno tre quarti degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

In seconda convocazione, l’Assemblea, sia Ordinaria sia Straordinaria, è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei soci presenti.

Art. 14 – Modifiche di Statuto

Le eventuali modifiche del presente Statuto potranno essere discusse e deliberate solo dall’Assemblea Straordinaria dei Soci e solo se poste all’ordine del giorno.

Devono essere approvate dalla maggioranza dei soci presenti purché questi rappresentino il 50% + 1 del corpo sociale.

Per le variazioni imposte da leggi dello Stato, ed in generale dalle Istituzioni, è competente il Consiglio Direttivo.

Art. 16 – Il Consiglio Direttivo dell’Associazione e le Cariche Sociali

Il Consiglio Direttivo:

  • è l’organo esecutivo dell’Associazione e sviluppa il programma stabilito dall’Assemblea dei Soci;

  • è composto da tre a undici membri eletti dall’Assemblea ordinaria;

  • dura in carica 4 anni, è rieleggibile ma decade qualora per dimissioni o altri motivi venisse a mancare la maggioranza dei componenti eletti dall’assemblea;

  • distribuisce tra i propri membri gli incarichi di Vice-Presidente e Tesoriere; nomina, anche al di fuori dei suoi membri, il Segretario;

  • viene convocato dal Presidente direttamente o su richiesta di almeno tre Consiglieri; si riunisce periodicamente almeno quattro volte all’anno e straordinariamente quando lo ritenga opportuno il Presidente;

  • i componenti del Consiglio Direttivo non possono ricoprire cariche sociali in altre società ed associazioni della medesima attività.

Tutti gli incarichi sociali si intendono a titolo gratuito.

Le riunioni del Consiglio Direttivo sono presiedute dal Presidente e sono valide con la presenza della maggioranza dei suoi componenti.

A parità di voti prevale il voto del Presidente.

Nel caso in cui, per qualsiasi ragione, durante il corso dell’esercizio, venissero a mancare uno o più Consiglieri, i rimanenti provvederanno alla convocazione dell’Assemblea dei Soci per surrogare i mancanti; i nuovi Consiglieri così nominati rimarranno in carica fino alla scadenza del mandato dei Consiglieri sostituiti.

Il Consiglio Direttivo deve considerarsi sciolto e non più in carica qualora, per dimissioni o per qualunque altra causa, venga a perdere la maggioranza dei suoi componenti.

Art. 17Compiti del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo esercita le seguenti funzioni ed attribuzioni:

  1. cura il raggiungimento dei fini per cui è stata costituita l’Associazione attraverso l’ordinaria amministrazione e, con l’esclusione dei compiti espressamente attribuiti all’Assemblea dal presente Statuto, la straordinaria amministrazione;

  2. attua le deliberazioni dell’Assemblea;

  3. delibera, con la maggioranza della metà più uno, sulle domande di ammissione dei nuovi Soci;

  4. predispone il rendiconto economico e finanziario da presentare all’Assemblea riferendo sull’attività svolta e su quella in programma;

  5. stabilisce le quote che i Soci debbono versare annualmente;

  6. designa i collaboratori preposti alle varie attività anche tra i non soci;

  7. convoca l’Assemblea Ordinaria e le eventuali Assemblee Straordinarie;

  8. delibera sui provvedimenti disciplinari a carico dei Soci.

Le delibere sono prese a maggioranza dei componenti presenti, in caso di parità prevale il voto del Presidente.

Art. 18 – Il Presidente

Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione e la rappresenta nei rapporti esterni, personalmente o a mezzo di suoi delegati; dispone del potere di firma sociale.

Egli convoca e presiede il Consiglio Direttivo, propone le materie da trattare nelle rispettive convocazioni e cura l’attuazione delle sue deliberazioni.

Il Presidente è responsabile del funzionamento dell’Associazione e degli atti amministrativi compiuti in nome e per conto dell’Associazione stessa. Coordina lo svolgimento delle manifestazioni e dell’attività, firma la corrispondenza che impegna il Sodalizio.

Nel caso di assenza e/o impedimento è sostituito nelle sue funzioni dal Vicepresidente; il fatto stesso che il Vicepresidente agisca in nome e in rappresentanza dell’Associazione attesta di per sé l’assenza o l’impedimento del Presidente ed esonera i terzi da ogni accertamento o responsabilità in merito.

Il Presidente uscente è tenuto a dare regolari consegne organizzative, finanziarie e patrimoniali al nuovo Presidente entro 20 giorni dalla sua elezione; tali consegne devono risultare da apposito processo verbale ed essere portate a conoscenza della Presidenza alla prima riunione.

Art. 19 - Processi verbali

Per ogni riunione dell’Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo deve essere redatto un verbale che va trascritto negli appositi libri.

Qualora si tratti di verbale relativo ad Assemblea Straordinaria con allordine del giorno variazioni di Statuto, il verbale va trasmesso, per opportuna conoscenza, alla Presidenza provinciale dellEnte Morale a cui eventualmente lAssociazione è affiliata.

Art. 20 - Durata

La durata dell’Associazione è illimitata.

Art. 21 – Settori e Sezioni

L’Associazione potrà strutturarsi in Settori di attività ricreativa, culturale ed artistica disciplinati da specifici Regolamenti organici che faranno parte integrante del presente Statuto. Potrà altresì costituire delle Sezioni in luoghi diversi dalla propria sede legale, qualora sia opportuno, per meglio raggiungere gli scopi sociali.

Art. 22 – Trasformazione

L’Assemblea potrà, a maggioranza qualificata, deliberare la trasformazione della Associazione in Società Sportiva di Capitali, ai sensi delle Leggi 23/03/1981 n. 91 e 27/12/2002 n. 289 per gli effetti di cui alla Legge 18/02/1983 n. 50 o richiedere la personalità giuridica attraverso la propria ricostituzione per atto pubblico.

Art. 23 – Patrimonio

Il patrimonio dell’Associazione è costituito dai contributi dei soci e da tutti i beni mobili ed immobili ad esso pervenuti per qualsiasi titolo o causa. I singoli soci non potranno, in caso di recesso, chiedere all’Associazione la divisione del fondo comune né pretendere quota alcuna.

Data la natura di Associazione senza scopo di lucro, è obbligatorio reinvestire gli eventuali utili prodotti per le finalità istituzionali e, conseguentemente, è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione e la distribuzione non siano imposte dalla legge.

I beni patrimoniali dell’Associazione devono essere inventariati.

Art. 24 - Clausola Compromissoria

Tutte le controversie insorgenti tra l’Associazione ed i soci saranno devolute all’esclusiva competenza di un Collegio arbitrale.

Art. 25 - Scioglimento

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea dei Soci convocata in seduta Straordinaria, con l’approvazione di almeno 3/4 dei Soci e, comunque, secondo le norme del Codice Civile.

In caso di scioglimento, i beni patrimoniali dati in uso allAssociazione dallEnte Morale cui lassociazione è affiliata, ritornano in possesso allEnte che li aveva concessi; il Patrimonio dellAssociazione sarà devoluto ad altra Associazione con finalità analoga o a fine di utilità sociale, sentito lorganismo di controllo di cui allart. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n.662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 26 – Norma di Rinvio

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si rimanda allo Statuto Nazionale dellEnte di Promozione a cui lassociazione lA.S.D. è affiliata ed in ogni caso alle norme del Codice Civile.

Almese, 3 Maggio 2011

Firme

Live tracking and statistics